La Chirurgia Ambulatoriale

Per affrontare qualsiasi intervento di chirurgia ambulatoriale, in anestesia locale, è necessaria una preparazione che integri la conoscenza dei principi di base della chirurgia generale con quelli specifici della chirurgia plastica.

La preparazione di base della chirurgia generale, prevede la conoscenza dei materiali e dei metodi dell’anestesia, delle norme dell’asepsi, l’allestimento di un campo operatorio, le incisioni, le suture.

Alcune lesioni poi, che in altre sedi non comporterebbero problemi per dimensione o gravità, nel viso assumono un’importanza ben diversa: è quindi indispensabile conoscere i principi specifici della chirurgia plastica,che comprendono i fenomeni biologici su cui si basa la riparazione delle ferite, le regole che permettono il trasferimento di tessuto (lembi ed innesti) e la mentalità ricostruttiva che mai separa l’estetica dalla funzione. Ma per offrire ad un paziente un risultato più che soddisfacente è necessario effettuare una buona pianificazione pre-operatoria, una diagnosi accurata.

Accertare l’indicazione all’intervento e scegliere il tipo d’intervento necessario. Fondamentale diventa la conoscenza clinica del paziente (anamnesi). Quindi sempre e comunque dobbiamo individuare i soggetti a rischio di infezioni (diabete,terapie cortisoniche), i soggetti con diatesi allergica (antibiotici, analgesici, anestesia locale seppur rara).