Addominoplastica

La chirurgia Plastica dell’addome ha lo scopo di correggere la funzionalità e l’ aspetto estetico addominale qualora siano stati compromessi, a causa di gravidanze ,di aumenti ponderali o del semplice invecchiamento o a seguito di precedenti interventi chirurgici.

Le tecniche chirurgiche che vengono utilizzate in un solo tempo, possono riguardare, a secondo dei casi: il piano cutaneo che è rimesso in tensione,conferendo all’addome un aspetto naturale ed armonioso al prezzo di una cicatrice più corta e più discreta possibile;il piano adiposo di cui si provvede a correggere gli eccessi; il piano muscolo-aponeurotico la cui lassità viene riparata sia che si tratti di un’ipotonia con distensione della parete,o di una diastasi dei muscoli retti dell’addome,o di un ernia ombelicale. Il principio dell’intervento classico di plastica addominale estesa (dermolipectomia addominale), è quello di realizzare, partendo da un incisione orizzontale sovra pubica che va da una spina iliaca ad un’altra, la resezione(asportazione) del piano cutaneo-adiposo sotto-ombelicale in eccesso; la separazione dell’ombelico dai suoi legami cutanei, ed il suo successivo riposizionamento nel lembo superiore che è stato abbassato all’altezza desiderata; uno scollamento esteso del lembo superiore sovra-ombelicale fino al piano costale e xifoideo e la trazione verso il basso di questo lembo, che deve raggiungere il limite inferiore sovra-pubico al quale viene suturato. La sutura cutanea è eseguita su tre piani: il piano adiposo profondo, il sottocute ed infine il piano cutaneo. Si posiziona un drenaggio aspirativo che viene mantenuto al massimo per 1-3 giorni. L’intervento viene eseguito in anestesia generale o peridurale, richiede uno o due giorni di ricovero. La sutura verrà rimossa in 14°giornata. La cicatrice finale rimarrà nascosta sotto gli slip. E’importante che il paziente indossi una guaina contenitiva per 30 giorni.

Qui di seguito una gallery con le immagini di alcuni interventi da noi effettuati